INDICE

 

 
INTRODUZIONE.        
 
SEZIONE PRIMA:
Scomporre e localizzare: paradigmi sperimentali classici
 
    I. NEUROPSICOLOGIA
   Analizzare i processi cognitivi a partire dai loro deficit
 
    I.1 – Il metodo

    I.2 – Problematiche epistemologiche

    I.3 – Conclusioni  

    II. ELETTROFISIOLOGIA
    Cartografare l’anatomia funzionale del cervello  

    II.1 – Il metodo

    II.2 – Problematiche epistemologiche

    II.3 – Conclusioni  

INTERMEZZO:

    III. LA NOZIONE DI MODULARITA'
    Proprietà salienti e adeguatezza empirica
 
    III.1 – Località funzionale, località strutturale

    III.2 – Che cos'è un modulo ?

    III.3 – Modularità debole

    III.4 – Località strutturale

    III.5 – Architettura funzionale e anatomia funzionale

    III.6 – Architetture mentali, mappe neurali e modelli ibridi 

SEZIONE SECONDA:
Nuovi paradigmi per lo studio del rapporto fra cervello e comportamento
 
    IV. IL BRAIN IMAGING
          
    IV.1 – Il metodo

    IV.2 – Problemi epistemologici condivisi da studi comportamentali e neuroscientifici
    IV.3 – Nuovi problemi epistemologici: la sottrazione cognitiva

    IV.4 – Concezioni di sfondo alle nuove metodologie 


CONCLUSIONI:
Approcci incrociati allo studio della cognizione
 
    V. LA CONVERGENZA DI "VINCOLI DEBOLI"
   Il confronto tra metodologie differenti
 
    V.1 – La nozione di convergenza

    V.2 – Convergenza e localizzazione

    V.3 – Coerenza intra- ed intermetodologica

    V.4 – Conclusioni 


APPENDICI E BIBLIOGRAFIA:
 
   TAVOLE ANATOMICHE DI RIFERIMENTO.        

    BIBLIOGRAFIA.